Perde l’udito a causa di Videolina: maxi risarcimento per un anziano di Cheremule

CHEREMULE. Ha voluto sfidare i poteri forti, sembrava una guerra persa in partenza, ma alla fine l’emittente televisiva Videolina si è dovuta arrendere alla testardagine di Peppe Berrinosu, pensionato novantenne di Cheremule che tempo fa aveva perso l’udito proprio a causa della nota emittente sarda.

Per conoscere la vicenda, considerata la lungaggine dei processi in Sardegna, dobbiamo tornare indietro di trent’anni, quando l’anziano pensionato non era pensionato e quando facendo la spesa si pagava ancora in miza francos (con le lire).

L’uomo, tornato da lavoro per la pausa pranzo, stava litigando con il nipote per la scelta del canale, quando unu ciaffu a manu revessa (uno schiaffo contrario ndr)  lo avrebbe rimesso “a sedere” permettendogli di mettere Videolina in attesa de su gazzettinu del telegiornale. Le condizioni del bambino, raccontano i vicini di casa che se lo ritrovarono nel proprio giardino, non destarono comunque preoccupazione, nonostante su marcu biaittu (segno livido ndr).

L’uomo pertanto, dopo aver negato la televisione al nipote, si sarebbe appisolato come di consueto sul divano prima dell’inizio del telegiornale.  Durante la pausa però, il cane avrebbe casualmente sollevato il volume di qualche tacca, cosa che, parlando di Videolina, equivale ad una vera e propria condanna a su suldumine (alla sordità).

Quindi come sarebbe stato mandato in onda il tg con i suoi peculiari sbalzi di volume, l’uomo non avrebbe potuto fare niente per evitarli, prendendosi il buongiorno di Emanuele Dessì direttamente a pettorras (sul petto ndr) e ottenendone in cambio danni irreparabili all’udito.

Tuttavia l’uomo che in casa mai si degnava di rispondere alle domande della moglie, si sarebbe accorto di ciò solamente la sera al bar, quando gli amici gli avrebbero fatto notare di non aver risposto alla domanda del barista “ite buffas?”, non avendola proprio sentita. Subito il Berrinosu avrebbe ricollegato il tutto all’avvenimento della mattina, e presentato immediatamente la denuncia per ottenere i risarcimenti dalla nota emittente.

Vicenda conclusasi pertanto solamente dopo trent’anni, ma che ha visto l’anziano vincere una causa che sembrava persa in partenza.

Il risarcimento gli avrebbe fruttato l’abbonamento gratuito alla versione premium di Videolina con tutti i programmi adattati per sordomuti, pubblicità escluse: quelle le sentono anche i sordi!

One thought on “Perde l’udito a causa di Videolina: maxi risarcimento per un anziano di Cheremule

  • Avatar
    9 Settembre 2020 in 16:03
    Permalink

    Bravo Zuncheddu, il signor Berrinosu ha voluto fare il furbo ma in cambio di soldi l’editore è entrato a casa sua a gamba tesa. Troppu tolgo! Iscurta e impara: “no si furat in domo de margiane”! 😅🤣🤣🤣🤣

    Rispondi

Lascia un commento...