Marlena torna a casa ma è infetta da coronavirus: Maneskin in quarantena

ROMA. Brutta sorpresa per il gruppo rock dei Maneskin, premiato con diversi dischi di Platino. Sarebbe stata proprio una delle canzoni di maggior successo dei musicisti romani a ritorcersi contro di loro: il loro brano più famoso ed emblematico “Torna a casa” invitava infatti la signorina Marlena a far rientro presso l’abitazione.

Un appello caduto inascoltato dalla pubblicazione del brano nel 2018, fino a ieri: proprio la scorsa notte, infatti, Marlena avrebbe deciso di far rientro a casa visto l’aggravarsi delle proprie condizioni di salute, in cerca di sostegno. La donna sarebbe stata infatti in preda a violenti attacchi di tosse e non avrebbe risparmiato baci e abbracci con la band, riunitasi in sala prove per lo studio di nuovi brani.

Alcuni passanti che l’avevano incrociata per strada avevano già segnalato la sua presenza all’OVRA alle autorità sanitarie, ritenendo (con fondate ragioni) che la donna stesse violando il decreto che impedisce a chi presenta sintomi influenzali di lasciare la propria abitazione. Un blitz dei sanitari (squadre di controllo sanitario eh, non bidet e gabinetto) avrebbe quindi trovato il gruppo in compagnia della donna, costituendo peraltro un pericoloso assembramento.

Marlena è risultata positiva al tampone e la comitiva è stata messa in quarantena forzata. Si indaga per scoprire i movimenti pregressi e combattere eventuali rischi per chi fosse entrato in contatto con la stessa.

Lascia un commento...