Sorso. Lasciano aperti i freezer: invasione di cinghiali per le strade

SORSO. A distanza di giorni fa ancora discutere il rocambolesco incidente con il cinghiale che ha visto protagonisti due furbissimi cittadini di Sorso. I due, secondo un anziano sennorese, volevano far capire ai sardi il perché del detto “sussinchi macchi” e, forse, ci sono riusciti, ha confermato l’uomo.

I due avevano simulato l’incidente con il cinghiale per far sì che gli venissero risarciti i danni del sinistro, ma il loro piano sarebbe stato repentinamente sabotato dai forestali di Luogosanto che avrebbero appurato che il cinghiale fosse in realtà congelato.

I forestali però avrebbero ingenuamente “archiviato” la faccenda dimenticandosi che andasse lanciato un comunicato affinché fosse avvisata la popolazione sussinca di tenere tutti i freezer chiusi; errore questo, che avrebbe creato il caos.

I freezer infatti, secondo disposizioni segretissime, arrivate dall’ABS (Associazione Bracconieri Sardi) sarebbero stati riempiti di una rarissima specie di cinghiali polari che, al momento opportuno e furtivamente, avrebbero dovuto esser liberati per ripopolare la fauna della zona. La loro folta pelliccia infatti gli permette di rimanere congelati e vivi nel contempo. La forestale dunque avrebbe tergiversato eccessivamente per diffondere la notizia, temendo ripercussioni da parte dell’ABS.

Diversi abitanti quindi, ignari di quanto successo, avrebbero aperto i loro congelatori per preparare i rispettivi pranzi, rimanendo però, al momento dell’apertura, travolti dalla fiumana di cinghiali di bracconaggio congelati, in cerca di libertà.

I danni di questa maxi fuga sarebbero già innumerevoli ma, ad avere la peggio secondo il comunicato ufficiale, sarebbe stato Tore Pazzola che, con il suo Range Rover, avrebbe impattato un cinghiale completamente congelato: l’impatto sarebbe stato peggiore di quello dei due cittadini che, più fortunati, avevano impattato con un cinghiale già scongelato per il 70 %, riuscendo così a non disintegrare totalmente il veicolo; il mezzo del Pazzola invece sarebbe stato raccolto dai vigili con il cucchiaino.

I frastimi dell’uomo sarebbero arrivati fino a Sennori, dove, per tutta risposta, i cittadini del vicino centro avrebbero risposto con una fragorosa risata e puntando i loro freezer aperti verso i rivali sussinchi.

Un pensiero riguardo “Sorso. Lasciano aperti i freezer: invasione di cinghiali per le strade

Lascia un commento...